Valle dello Iato

Il territorio comprende a Ovest il percorso del fiume Iato che dai piedi del monte Iato attraversa il lago Poma e raggiunge Castellamare del Golfo. E dalla cima del monte Iato lo sguardo si allunga sino agli avamposti delle Madonie. Le vallate sono ricche di colture, in prevalenza viti, oltre a frumento, ortaggi, agrumi. Si allevano ovini con produzioni casearie. Le antiche trazzere corrono tra boschi e prati, in una infinità di laghetti. Allontanandosi da Palermo si ammirano antichi borghi contornati dai segni di una feconda archeologia rurale, con mulini, acquedotti, masserie, bagli. Ai luoghi del culto, santuari e chiese, si accompagnano preziosi dipinti e argenteria meravigliosa, pizzi e ricami, frutto di un artigianato tanto pregiato quanto raro. Dal pendio del Monte Iato si sgranano le case dei borghi San Giuseppe Iato e Sancipirello con le comunità orgogliose di comprendere nel territorio il Parco Archeologico di Monte Iato. È il secondo di Sicilia per estensione. I visitatori ammirano, a valle, l’Antiquarium, museo delle interessanti testimonianze di duemila anni di vita della città; i resti monumentali sono visibili sul largo pianoro in cima al monte.Il distretto comprende a Oriente i monti e la campagna di Monreale protetti dallo splendido Duomo.

Azienda Agricola Sgrò è ambasciatore di Parco Archeologico di Monte Iato.
Z’Alia Trattoria Pizzeria è ambasciatore di Parco Archeologico di Monte Iato.
Marena Caffè Pasticceria è ambasciatore di Parco Archeologico di Monte Iato.
Azienda Agricola Pullarà Giampaolo è ambasciatore di Parco Archeologico di Monte Iato.
I Gelsi, azienda Agricola Biologica è ambasciatore di Parco Archeologico di Monte Iato.

Parco Archeologico di Monte Iato

L’antica città di Iato risale all’età del ferro con teatro e due grandi case a peristilio. All’ingresso del Parco si visitano le Case d’Alia e il museo gioiello denominato Antiquarium.

Scopri di più